Isaia e il canto del servo sofferente Is 52, 13-53,12

Isaia è sicuramente il profeta più conosciuto nelle vulgata popolare… fa parte del gruppo dei profeti maggiori (con Geremia, Ezechiele e Daniele), dove la definizione maggiore è dovuta al fatto che, nel testo masoretico, ognuno aveva un volume a sé, mentre i minori erano collocati in un unico libro in sequenza temporale (Osea, Gioele, Amos,Continua a leggere “Isaia e il canto del servo sofferente Is 52, 13-53,12”

Giona o quando Dio vuole chiamare proprio te

Giona, un personaggio conosciutissimo e tanto male interpretato… tutti ci ricordiamo la balena (in realtà era un grosso pesce…), ma l’arrivo a Ninive? In realtà il libro è un esempio di arte narrativa, pieno di contenuto teologico, una piccola ma profondissima opera… e non perché si va sul fondo del mare! Abbiamo iniziato con Giobbe,Continua a leggere “Giona o quando Dio vuole chiamare proprio te”

Giobbe o come incontrare Dio quando sei nei guai

È uno dei libri più studiati tra i libri sapienziale. Non dobbiamo però farci fuorviare dalla mentalità popolare che ci parla di un Giobbe molto paziente… mai affermazione fu così falsa! A meno di non considerare un uomo che si rivolge a Dio con rabbia, contestazione e ribellione, come un uomo paziente… Secondo argomento dellaContinua a leggere “Giobbe o come incontrare Dio quando sei nei guai”

l’istituzione della Pasqua Es 12,1-13,16

Il passo sulla istituzione della Pasqua ci da l’occasione per comprendere sempre meglio la natura di documento testimoniale del libro dell’Esodo e della stessa Bibbia; possiamo riprendere ciò che abbiamo detto sul percorso di scrittura della Bibbia, rileggendolo alla luce di questo testo e vedere in pratica come “funziona” il percorso testimoniale della Bibbia. QuestoContinua a leggere “l’istituzione della Pasqua Es 12,1-13,16”

la chiamata di Mosè Es 3,2-4,31

Chi è Mosè per noi oggi? Indubbiamente l’uomo che ha liberato gli Israeliti e lo ricordiamo come il patriarca più importante… vogliamo però chiederci come la chiamata di Mosè riguardi direttamente ognuno di noi e il testo ci lascia notevoli spunti, almeno 2: la chiamata di Dio fa la nostra vocazione, Dio è sempre fedele.Continua a leggere “la chiamata di Mosè Es 3,2-4,31”

Pentateuco e Esodo, come sono collocati nella Bibbia?

Perché partire dall’Esodo[1]? Perché, dentro il Pentateuco, è il libro che racconta la storia di Israele. Pentateuco è la prima raccolta che unisce tutte le precedenti tradizioni orali e scrittein modo non organico; Esodo è il libro su cui si fonda la identità del popolo ebraico e la nostra cristiana. Iniziamo da qui, perché Esodo,Continua a leggere “Pentateuco e Esodo, come sono collocati nella Bibbia?”

brevissima introduzione all’Antico Testamento

L’Antico Testamento si compone di 46 libri ed è riconosciuto come libro sacro dagli ebrei (noi cristiani abbiamo 5 libri in più, considerati sacri, scritti in greco, che gli Ebrei non comprendono nel canone e sono Tobia, Giuditta, Ester nel testo greco, i libri dei Maccabei, Sapienza, Siracide, aggiunte in lingua greca al Libro diContinua a leggere “brevissima introduzione all’Antico Testamento”

perché leggere e studiare la Bibbia

Come avrete notato, manca del tutto il punto interrogativo… perché non ci sono incertezze, è necessario leggere la Bibbia! Possiamo pensare che ci siano almeno 3 buoni motivi, nelle lunga storia di fede della nostra Chiesa, che ci fanno ritrovare qui… oltre a tutti i nostri personali… In sintesi: 1°, crediamo nella incarnazione di DioContinua a leggere “perché leggere e studiare la Bibbia”